EMPOLI: APRONO GLI SPORTELLI PER AUTORIDURSI LA BOLLETTA DELL’ACQUA


La campagna di obbedienza civile per il rispetto del risultato del referendum.
In apertura sportelli informativi per sostenere i cittadini nell’autoriduzione della bolletta
Nonostante che, dal 20 luglio 2011 con il Decreto del presidente della Repubblica n.167, il risultato del
referendum di giugno sia pienamente applicabile, le ATO lo ignorano , affermando che esiste un vuoto
normativo. Si tratta quindi di riportare democrazia e legalità su un ambito, quello dell’acqua, su cui 27
milioni di persone grazie al referendum di giugno, hanno affermato pienamente la propria volontà: la
gestione dell’acqua, intesa come bene comune inalienabile deve essere pubblica e partecipata.

Nell’Empolese Valdelsa più del 71% di noi cittadini/e è andato a votare per i referendum per dire STOP alla
mercificazione dell’Acqua e BASTA ai profitti garantiti sulla pelle degli utenti nella gestione dell’Acqua.
Per questo il Comitato per l’acqua pubblica Empolese Valdelsa sostiene la campagna nazionale di
obbedienza civile con cui si chiede l’applicazione del 2° quesito referendario, eliminando dalla bolletta gli
utili dei privati, attraverso l’autoriduzione della bolletta.
Nel nostro territorio i sindaci hanno detto NO al QUESITO 2: CANCELLAZIONE DEL CAPITALE INVESTITO, la
tariffa continuerà a includere il profitto garantito. Inoltre hanno ultimamente prorogato gratuitamente di
altri 5 anni la concessione (fino al 2026) al gestore privato cancellando la volontà referendaria del PRIMO
QUESITO che bloccava la privatizzazione obbligatoria della gestione del servizio idrico.
La campagna di obbedienza civile intende colpire nel portafogli i gestori poiché chiede l’autoriduzione della
bolletta da parte dei cittadini che potranno contare sul sostegno e sulle informazioni degli sportelli
informativi che apriranno nel Circondario. Gli sportelli infatti forniranno i moduli per comunicare al gestore
la volontà di praticare l’autoriduzione e calcoleranno la nuova cifra ridotta da pagare togliendo la
percentuale del 18,18% per l’anno 2012.
Gli sportelli aperti sono i seguenti:
Arci Avane (0571/80516) Via di Avane, 72b Empoli – sabato 10,00 – 12,30
CSA Intifada (0571/931021) Via 25 aprile, 1 Ponte a Elsa – Lunedì e venerdì 18-20 e mercoledì 21-23
Ass Castello Civico Zero (329 4733438) Bar Tilli- Via Tilli, 12 Castelfiorentino alto Mercoledì 17-19
Ass. Castello Civico Zer0 (329 4733438) Circolo arci Il Progresso – Piazza Gramsci 18 sabato 10-12,30
Forum delle donne (3385028896) Circolo arci Y Via Cavallotti, 38 Certaldo – Mercoledì 10-12,30 /sabato 16-
18

Cerchiamo attraverso questa campagna di far rispettare legalità e democrazia, tenendo conto della volontà
popolare e del fatto che l’acqua deve davvero essere un bene su cui non si deve far profitti mentre il privato,
nel nostro caso Acque Spa ha accumulato più di 67 milioni di euro di utili in 10 anni per un aumento della
tariffa di più del 110%.

Comitato per l’acqua pubblica Empolese Valdelsa

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks