Sabato 4 maggio. Da Empoli a Pisa in solidarietà allo Spazio Antagonista Newroz.

 strisiconeLa scorsa domenica è stato incendiato lo Spazio Antagonista Newroz, a Pisa. I danni sono ingenti, ma lo stabile non è andato distrutto. La matrice è dolosa, sono state distrutte delle cose, è stato poi appiccato il fuoco, ma non è stato rubato niente, se non delle bandiere antifasciste.

Gli attivisti pisani non sanno ancora chi è stato, anche se è evidente che si tratta di un’intimidazione, di un atto politico contro un’importante luogo di socialità e di lotta che da 14 anni è attivo nella città di Pisa. Solo nelle ultime settimane, alcuni dei collettivi del Newroz avevano promosso iniziative di occupazione di case, alberghi o strutture universitarie abbandonati, per dare una risposta concreta alle esigenze abitative di famiglie e studenti fuori sede.

Da parte di tutti i collettivi e di tutti gli attivisti e le attiviste della Comunità in Resistenza di Empoli esprimiamo la nostra solidarietà ed il sostegno allo Spazio Antagonista Newroz. Il vile atto intimidatorio che ha colpito il loro edificio è un attacco e una provocazione contro tutte le esperienze dei Centri Sociali e dell’autogestione. Siamo convinti che non sono certo delle azioni infami di questo tipo a placare la volontà ed i desideri degli attivisti che si mettono in gioco in prima persona per costruire esperienze di alternativa contro la crisi e per un mondo migliore.

Per mostrare la nostra vicinanza agli attivisti pisani, e per mostrare a chi cerca invano di intimidirci che SE TOCCANO UNO TOCCANO TUTTI, sabato 4 maggio parteciperemo alla manifestazione a Pisa lanciata dallo Spazio Antagonista Newroz alla quale hanno già aderito decine di collettivi ed organizzazioni. 

GUAI A CHI TOCCA I CENTRI SOCIALI!

Comunità in Resistenza/Csa Intifada

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks